Tutto quello che devi sapere sullo stretching

Quanto deve durare una posizione di stretching per essere allenante e stimolare l’allungamento? A questo e ad altri interrogativi, troverai risposta in questo articolo.

Quando deve durare una posizione di stretching per essere allenante e stimolare l'allungamento?

La posizione di allungamento, secondo i principi di Bob Anderson, deve essere mantenuta dai 15 ai 30 secondi e, secondo le attuali linee guida ACSM può arrivare anche a un minuto.
E' necessario allenare i maggiori gruppi muscolari per almeno 3 volte a settimana.

Sono più efficaci gli esercizi che impegnano grandi gruppi muscolari o esercizi che interessano gruppi analitici?

Gli esercizi più efficaci sono quelli che interessano i grandi gruppi muscolari, come per esempio lo squat, le trazioni alla sbarra o le spinte con il bilanciere sulla panca piana.
Gli esercizi che isolano i gruppi muscolari assumono funzioni molto importanti quando si evolve da principianti a esperti.

Qual è la velocità ideale nell'esecuzione degli esercizi di forza?

Le attuali linee guida prevedono varie modalità per il timing delle fasi concentrica (spinta) ed eccentrica (ritorno).
Nel caso del programma body toning, vanno bene ripetizioni che si compiono in 5 secondi: 2 nella fase di spinta e 3 nella fase di ritorno.

E' più efficace la dieta o l'esercizio nel campo della tonificazione muscolare?

Per "tonificare" la muscolatura sono necessarie costanti sedute di allenamento e una dieta bilanciata.
Entrambi, allenamento e dieta, devono coesistere per massimizzare il risultato finale, ovvero un corpo snello e tonico.
La dieta aiuterà nel processo di dimagrimento e di ripristino del corretto rapporto tra massa magra e massa grassa, mentre l'allenamento produrrà effetti significativi a livello muscolare, contribuendo così a migliorare l'aspetto esteriore.

Che cosa significa dare tono a un muscolo?

Dare "tono" al muscolo, nel senso più comune, significa rendere più "duro" un muscolo.
La "durezza" è dovuta a un duplice effetto: da un lato il dimagrimento che diminuisce lo strato adiposo e connettivo sottocutaneo, dall'altro l'allenamento del  muscolo che lo fa aumentar di volume e lo rendo più forte.

Qual è l'allenamento ideale per allenarsi tonificando il proprio corpo?

L'allenamento ideale prevede la combinazione di stimoli aerobici come la corsa, e l'attività di forza eseguibile sia con attrezzature specifiche che con i pesi liberi.
Il bilanciato intervento dello stimolo aerobico e di quello di forza stimola il dimagrimento e favorisce la crescita muscolare, non esagerata, ma quel tanto da rendere il corpo tonico e definito.

Quali sono le sensazioni che ci inducono a fermare subito la seduta di allenamento?

La seduta di allenamento deve essere sospesa nel caso si dovesse percepire un eccessivo affaticamento, sensazioni di capogiro, mancanza d'aria, percezione di mancanza di battito cardiaco o qualsiasi altra sensazione di malessere sia generico che specifico.
Prima di allenarti, se ti senti stanco o affaticato, magari aspetta qualche momento o posticipa di un giorno la seduta. In ogni caso, per qualsiasi dubbio il tuo riferimento deve essere il medico di famiglia.