Stress Ossidativo: Che Cos’è?

Che cos’è esattamente lo stress ossidativo?

free radicalsLo stress ossidativo è lo squilibrio tra la produzione di specie reattive dell’ossigeno (i cosiddetti ROS) ed i sistemi antiossidanti dell’organismo. I ROS sono dei prodotti della catena respiratoria mitocondriale che vanno a danneggiare alcuni componenti cellulari, quali proteine, lipidi e DNA, e che possono determinare la perdita di alcuni processi fisiologici ed un incremento dello stato infiammatorio dell’organismo. Per contrastare questi effetti dannosi, ci sono alcuni meccanismi di difesa e di riparazione dei danni dovuti allo stress ossidativo, rappresentati dai sistemi antiossidanti. Questi ultimi sono rappresentati da diverse proteine che neutralizzano i ROS o che ne riparano i danni sia con meccanismo enzimatico che non enzimatico. Dato lo stretto legame esistente tra l’eccessiva produzione di ROS e lo stato infiammatorio cronico, lo stress ossidativo è associato all’insorgenza di diverse patologie croniche, quali l’aterosclerosi, il cancro, il diabete mellito di tipo 2 ed alcune patologie neurodegenerative. La scoperta di alcuni marker biochimici della perossidazione lipidica, dell’ossidazione proteica e del danno al DNA, hanno permesso di quantificare lo stress ossidativo e di studiarne la relazione con l’esercizio fisico.

Quali sono le conseguenze in termini di salute dello stress ossidativo? È misurabile e quantificabile?

In acuto, si ha un incremento della produzione di ROS durante esercizio. Tale incremento, quando è ripetuto come nel caso di un’attività fisica praticata con costanza, porta alla stimolazione di alcuni meccanismi adattativi con funzione antiossidante, come l’up-regulation di certi enzimi (come la glutatione sintetasi o la superossido dismutasi) o l’incremento del numero di mitocondri (che permette un livello di ridotta attività da parte della catena respiratoria a parità di produzione di energia). Per le ragioni sopracitate, c’è una forte evidenza scientifica circa il ruolo svolto dall’esercizio fisico nel contrastare e nel ridurre i livelli di stress ossidativo. Tale ruolo antiossidante può rappresentare uno dei meccanismi benefici dell’esercizio nel rallentare l’invecchiamento, nel migliorare il profilo lipidico, la sensibilità insulinica e la funzione endoteliale.

Esiste una modalità di esercizio più antiossidante delle altre?

In realtà, tutti i tipi di esercizio e di allenamento hanno un’importante efficacia antiossidante. Infatti, sia l’allenamento aerobico che quello di forza si sono rivelati efficaci nell’indurre quegli adattamenti fisiologici che permettono di velocizzare la clearance dei ROS durante esercizio e di ridurne la produzione a riposo. Tuttavia, è importante segnalare come l’esercizio fisico ad intensità massimali comporti uno stress ossidativo eccessivo che non riesce ad essere compensato dai meccanismi antiossidanti.