Perché è importante controllare i livelli della pressione anche a casa.

La pressione alta (ipertensione), è detta anche il killer silenzioso poiché tipicamente non dà segno di sintomi rilevanti e significativi. Se si ha la pressione alta non ci si accorge che si stanno danneggiando le arterie, il cuore o altri organi. Con il tempo sottovalutare il problema potrebbe essere pericoloso.

Ecco perché monitorare frequentemente i valori della propria pressione è molto importante.

Cos’é la pressione sanguigna?

 

La pressione sanguigna è la forza esercitata dal sangue che circola attraverso le pareti delle arterie.

Quando si misura la pressione ci sono due valori da tenere in considerazione, la pressione diastolica (detta anche minima) e quella sistolica (detta anche massima).

La pressione sistolica indica la forza con cui il sangue spinge contro le arterie quando viene pompato dal cuore.

La pressione diastolica indica la forza che il sangue esercita contro le pareri quando il cuore è in diastole (fase di riposo) e si sta riempendo di sangue.

Strano ma vero: ben il 20% dei pazienti ha una pressione differente se misurata a casa rispetto a quella presa dal medico. Sono emerse due tipologie:

Nella prima tipologia rientrano tutte quelle persone che hanno la pressione alta se misurata dal medico ma una pressione normale a casa.

Nella seconda, invece, si parla di ipertensione nascosta, in questo caso i pazienti denotano una pressione normale dal medico ma alta a casa, come ad esempio durante episodi di stress o al mattino presto quando gli effetti delle medicine per la pressione sono terminati.

 

 

Bisogna preoccuparsi se di tanto in tanto si ha la pressione alta?

 

Alcuni medici non ritengono allarmante questi sbalzi di pressione, altri al contrario la prendono molto seriamente.

Un recente studio eseguito in Italia a Monza prova che in entrambi i casi (per entrambe le tipologie di profili identificati) bisogna prestare particolare attenzione, vediamo il perché.

Nel 1990 alcuni abitanti di Monza accettarono di prendere parte ad uno studio impegnandosi a rispettare i seguenti punti:

Farsi misurare la pressione attentamente nell’ambulatorio del medico.

  • Portare un dispositivo che misurasse la pressione sanguigna ogni 20 minuti per 24 ore.
  • Misurarsi la pressione a casa sia di giorno che di sera per alcuni giorni.I risultati hanno evidenziato che:
  • Il 16.1% dei partecipanti aveva la pressione alta solo quando misurata dal medico
  • L’8,9% of partecipanti aveva una ‘ipertensione nascosta’
  • Il 20,9% dei partecipanti aveva laporessione costantemente elevata. A distanza di 10 anni invece:- il 47% dei soggetti con ipertensione nascosta e il 43% di quelli con pressione elevata quando misurata dal medico avevano sviluppato ipertensione
  • - Solo il 18% di coloro la cui pressione era inizialmente normale avevano sviluppato ipertensione conclamata. una

Questi i dati dimostrano che controllare la pressione è importante non solo dal medico ma anche a casa.

Quando è meglio misurare la pressione?

Bisognerebbe misurare la pressione al mattino prima di prendere le pastiglie o prima della colazione e la sera, ogni giorno per una settimana. I dati di queste misurazioni dovrebbero essere registrati, basta scriverli in un foglietto, e presentati al medico.

 

 

I soggetti con ipertensione da ‘ambulatorio’ o con ipertensione nascosta hanno la pressione molto instabile, condizione che tende a diventare ipertensione conclamata.

Ecco alcuni consigli per prevenire problemi come l’ infarto , l’ arresto cardiaco e i principali tipi di ictus:

  • Allenarsi
  • Perdere peso (se è il caso)
  • Mangiare correttamente
  • Smettere di fumare