La stagione infinita dell'Hockey professionistico

L’hockey su ghiaccio è praticato in tutto il modo, specialmente nei Paesi freddi, come Canada, Finlandia e Svezia. La competizione più importante è la National Hockey League (NHL), che dura da ottobre ad aprile e conta ben 82 partite. Per questo motivo, la preparazione degli atleti deve essere intensa e ben organizzata.

L'allenamento

Giocatore di hockey stanco dopo la partitaL’Hockey è considerato lo sport di squadra più veloce del mondo, infatti gli atleti indossano dei pattini per scivolare velocemente sul ghiaccio. È stato calcolato che i giocatori professionisti riescono a pattinare fino alla velocità di 48 Chilometri all’ora. Questo aspetto, oltre al fatto che la spesa energetica durante le partite di Hockey è per un terzo aerobica e per due terzi anaerobica, è fondamentale al fine di pianificare le sessioni di allenamento durante il campionato e del precampionato. Inoltre, le abilità prevalentemente richieste ad un giocatore di Hockey sono: accelerazione, sprint, cambio di direzione e arresto rapido. Centrale per l’ottima performance di questi patterns di movimento è l’abilità di produrre alti livelli di forza e potenza con gli arti inferiori. Alla luce di queste caratteristiche, l’allenamento ideale dovrebbe combinare allenamento di forza e attività di sprint. L’allenamento della forza può essere efficacemente eseguito con i pesi e usando lo Skillmill di Technogym per sviluppare il movimento di spinta esplosiva durante lo sprint.

Dieta e disposizione mentale

Giocatrice di hockey che si sta reidratando con acqua dopo la partita

Anche la nutrizione e l’allenamento mentale sono essenziali per un’ottima preparazione. Prima dell’allenamento, i carboidrati sono indispensabili per fornire energia; alla fine dell’allenamento, cibi proteici sono importanti per i muscoli. L’acqua non deve mai mancare sia durante che dopo l’allenamento. Ultimamente, anche l’allenamento mentale è considerato molto utile per migliorare la performance. Una delle migliori tecniche di preparazione mentale è la “Visualizzazione”: consiste nell’immaginare ogni possibile situazione di gioco e rappresentare mentalmente se stessi in ogni circostanza di gioco.

Infortuni

Infine, l’Hockey è classificato come sport di contatto, pertanto il rischio di infortuni è elevato. Per questo motivo, i giocatori devono indossare un adeguato equipaggiamento di protezione: pettorina imbottita, parastinchi e paragomiti, guanti e caschetto, per ridurre il rischio di infortuni durante l’allenamento o la partita. Ricordandosi che anche un’adeguata preparazione fisica aiuta ad evitare gravi infortuni a ossa e articolazioni attraverso il rinforzo della struttura muscolare.

Referenze: