3 MODI PER RAFFORZARE LA MEMORIA

 

Quante volte ci è capitato di andare in salotto per fare qualcosa e dimenticarci il perché ci siamo andati? O di non ricordare il nome di qualcuno che abbiamo appena conosciuto?

Tante, forse tantissime volte, tranquilli ciò non significa che siamo sull’orlo della demenza o dell’Alzheimer

Fortunatamente il cervello è un muscolo e come tale può essere allenato, così quindi anche la memoria può migliorare.

Le cause principali della perdita di memoria sono numerose e spesso prese con poca serietà, come ad esempio episodi di stress o ansia, cattive abitudini di vita, alimentazione sbagliata e poche ore di sonno. Nei casi peggiori però, si tratta di malattie virali o tumori.

Prima di fasciarsi la testa e preoccuparsi però cerchiamo di analizzare il nostro stile di vita per capire se le cause della nostra scarsa memoria risiedano nelle nostre sbagliate abitudini di vita.

Ecco qui i 3 suggerimenti per migliorare lo stato di salute della nostra memoria:

  • Allenati e fai attività fisica
  • Mangia bene e prediligi un’alimentazione mediteranea
  • Dormi di più

 

Allenati e fai attività fisica:

Come dice il detto “mens sana in corpore sano” è proprio così: l’attività fisica fatta con regolarità e costanza porta grandi benefici non solo fisicamente ma anche mentalmente. L’esercizio fisico infatti, riduce la resistenza all’insulina, riduce le infiammazioni e stimola il rilascio di sostanze utili alla salute delle cellule cerebrali, lo sviluppo di nuovi vasi sanguigni mal cervello, e anche lo sviluppo di nuove cellule cerebrali.

Normalmente le persone che si allenano con regolarità hanno una lucidità mentale senza sbavature fino agli 80 anni.

La dose di allenamento perfetto non esiste, ma sarebbe preferibile allenarsi con intensità da moderata o vigorosa. Alcune attività moderate da praticare possono essere la camminata veloce, il nuoto, il tennis e il cicloturismo. Quelle più vigorose invece la corsa, il basket, l’arrampicata, i corsi di gruppo ad alta intensità, il ciclismo ad alti livelli.

Consideriamo inoltre che praticare sport ci permette di rilassarci e di dormire meglio, riduce stress e ansie il che aiuta a migliorare la concentrazione e le capacità cognitive.

Mangia bene e prediligi una dieta mediterranea:

 

uno studio del 2015 pubblicato su ‘Neurology’ dimostra che una dieta mediterranea potrebbe aiutare il cervello a rimanere fino 5 anni più giovane.

Inoltre la dieta mediterranea è relativamente semplice da seguire: si mangia molta frutta e verdura, olio, e carboidrati integrali, pesce e poca carne.

Studi hanno dimostrato che alimenti o nutrienti che fanno parte della dieta meditteranea come il pesce, acidi grassi insaturi, antiossidanti e Vitamina E, Vitamina B12, i fosfati, carotene, flavonoidi, alcol in piccole quantità, possono avere un effetto protettivo contro la demenza e il declino cognitivo.

 

Dormi bene:

 

il dormire, il processo cognitivo e la memoria sono fenomeni complessi che non sono interamente compresi. In ogni caso gli studi suggeriscono che la quantità e la qualità del sonno hanno un profondo impatto sull’apprendimento e sulla memoria. Le ricerche dimostrano che il sonno aiuta le capacità cognitive in molti modi. Innanzitutto una persona che dorme poco e male avrà problemi a concentrarsi e imparare nuove nozioni facilmente. Inoltre, il sonno ha un importante ruolo di consolidamento delle nozioni,essenziale nell’apprendimento di nuove informazioni.

 

Il processo di apprendimento può essere riassunto in 4 fasi:

  • Acquisizione: la fase di introduzione di una nuova informazione nel cervello
  • Consolidamento: è Il processo per cui una memoria diventa stabile.
  • Recall: L’abilità di accedere all’informazione dopo che è stata immagazzinata.

 

Per conservare una memoria di ferro quindi muoviti, mangia sano e dormi bene.