Skillrow, vincere la sfida di un mondo interconnesso: le impressioni degli utenti alla World Rowing Conference 2018

Di Benedict Tufnell, editor per Row360
Quasi 300 tra gli esponenti più illustri della ricerca medico sportiva nel mondo del canottaggio hanno partecipato alla World Rowing Sports Medicine, Science and Coaches Conference 2018, tenutasi a Berlino l'ultima settimana dello scorso novembre.

L'evento, organizzato dall'Università di Ulm e dalla Federazione Tedesca di Canottaggio per conto della FISA, la federazione internazionale di canottaggio dietro la World Rowing Conference, si è concentrato sugli ultimi sviluppi scientifici e tecnologici del canottaggio e sulla sua applicabilità a squadre sportive, allenatori ed equipe mediche. L'evento è stato ricco di seminari, workshop sponsorizzati e non, incentivando un dialogo costruttivo tra tutte le parti interessate.

L'uso di ergometri è necessario per le sessioni di allenamento fuori dall'acqua
Accanto al programma di conferenze, a Berlino è stata presentata una selezione di nuovi prodotti innovativi ed entusiasmanti provenienti da questo sport. Di particolare interesse per allenatori e team manager sono state le nuove macchine Skillrow di Technogym, testate e presentate del team di ingegneri e scienziati che hanno lavorato al loro sviluppo.

Gli allenatori della squadra nazionale di canottaggio erano particolarmente desiderosi di testare la macchina e di sperimentare l'esclusiva tecnologia Aquafeel, che è stata progettata per imitare con maggiore precisione il profilo di corsa del canottaggio in acqua.

Aquafeel è solo una delle innovazioni che l'ampio team di ricerca di Technogym ha acquistato sul mercato in rapida crescita del canottaggio indoor con la nuova offerta Skillrow. Technogym investe molto nella ricerca e nell'innovazione, con oltre il 10% della sua forza lavoro, compresi più di 100 ingegneri, all'interno del suo dipartimento di ricerca e sviluppo.

Per spiegare ulteriormente, i responsabili della ricerca e dell'innovazione di Technogym, Giuseppe Fedele e Davide De Remigis, sono stati invitati a parlare alla World Rowing Conference sulla ricerca svolta presso il Laboratorio di Salute e Ricerca Technogym in Italia durante lo sviluppo di Skillrow.

Un vogatore indoor pensato per gli atleti, dagli atleti

Quando il progetto Skillrow è iniziato oltre due anni fa, il compito iniziale era quello di raccogliere quante più informazioni possibili da alcuni dei migliori canottieri del mondo.

La squadra Technogym ha dedicato le prime fasi del progetto visitando le principali società di canottaggio e invitando i vogatori della nazionale italiana come il campione del mondo Bruno Rosetti a partecipare ai test presso il laboratorio Technogym. Technogym continua a lavorare a stretto contatto con i campioni olimpici, tra cui Scott Durant, medaglia d'oro all'Otto di Rio, Marcello Miani e Rossano Galtarossa.

Marcello Miani, Rossano Galtarossa e Scott Durant
Insieme, sono stati in grado di definire ciò che i vogatori d'élite volevano da un ottimo vogatore e le aree in cui i miglioramenti erano più necessari. Il compito di Technogym è stato quello di tradurre queste criticità al proprio team di ingegneri, per consentire loro di iniziare lo sviluppo di un prototipo di macchina.

"Lavorando insieme al dipartimento di ingegneria e agli scienziati di Technogym, abbiamo deciso di sviluppare qualcosa di completamente nuovo, qualcosa che potesse elevare il canottaggio ad un livello superiore".

Il bisogno di sviluppare un vogatore come Skillrow era sentito anche dalla comunità scientifica: "per più di un secolo gli ergometri sono stati usati come mezzo di esercizio e sono diventati lo strumento di allenamento più popolare per i canottieri competitivi. Tuttavia, come dimostrato in un articolo scientifico pubblicato da Valery Kleshnev, bio-meccanico di fama mondiale, c'era in realtà poco paragone tra la cinetica dei vogatori da interno esistenti all'epoca e la vogata reale in acqua".

Le ricerche di Kleshnev hanno dimostrato che la curva di resistenza sperimentata sui remi più diffusi all'epoca era molto diversa da quella di una vera e propria corsa a remi in acqua. I vogatori fornivano un'elevata resistenza iniziale all'inizio della corsa, che si riduceva rapidamente verso l'arrivo, mentre il vogare sull'acqua forniva una resistenza più consistente dall'inizio alla fine della corsa.

Il vogatore indoor con la stessa sensazione della vogata in acqua
E Kleshnev non era il solo a mostrare questi risultati. In un altro studio intitolato "The cinetic comparison of ergometer and on water rowing", pubblicato nel 1989 sull'American Journal of Sports Medicine, che ha tratto conclusioni simili. Il problema principale dei moderni vogatori a remi è rappresentato dal fatto che "le forze ritardate dell'impugnatura si sono sviluppate alla presa e hanno aumentato la velocità dell'impugnatura durante tutta la vogata".

Tali carenze nei prodotti esistenti hanno spinto il team Technogym a sviluppare la tecnologia brevettata "Aquafeel" in Skillrow.

"Ci sono state due fasi di questo processoLa prima è stata quella di progettare un meccanismo di resistenza innovativo che potesse riprodurre meglio la sensazione dell'acqua. La seconda fase è stata quella di testare e convalidare tale meccanismo fino al raggiungimento di un risultato da noi ritenuto soddisfacente. Abbiamo eseguito test approfonditi, confrontando le forze biomeccaniche e l'assorbimento di ossigeno".

Dopo un lungo processo di prototipazione, test e correzione insieme ai ricercatori dell'Università di Loughborough, centro di eccellenza della rete Technogym e principale istituto britannico di scienze sportive, Technogym ha creato una macchina che fornisce esattamente lo stesso carico metabolico di un normale ergometro, offrendo al contempo una migliore curva di resistenza, con una minore velocità iniziale dell'impugnatura alla presa.

Registra i tuoi dati in tempo reale
Il passo successivo è stato quello di utilizzare accelerometri e sensori EMG per misurare la contrazione muscolare, per testare il carico sulla parte bassa della schiena dei rematori durante l'uso della macchina. I sensori hanno confermato che, rispetto ai prodotti della concorrenza, i vogatori hanno sperimentato un minor sforzo lombare durante l'uso della Skillrow, con conseguente minor rischio di lesioni.

Concludendo, l'ultima e più vitale fase di prova è stata quella di assicurare la precisione tra le macchine. Questo è stato un punto particolarmente importante per gli allenatori, perché hanno bisogno di macchine estremamente accurate per testare la forza comparativa dei loro atleti nella selezione dei loro equipaggi più forti per le competizioni.

La forza comparativa è quel valore usato nella scelta delle migliori squadre di canottaggio
Per convalidare la precisione di Skillrow, gli ingegneri Technogym hanno costruito robot per remare sulle macchine. Con i robot che ripetono una serie di movimenti identici a tempo, hanno trovato che le macchine hanno dimostrato una precisione superiore, con una deviazione standard di solo lo 0,6%.
Il parallasse di Skillrow è elegante e pratico

Esperienza da vera sfida con l'applicazione Skillrow

Guardando oltre l'accuratezza e la sensazione di Skillrow, la presentazione alla World Rowing Conference ha spostato il centro dell'attenzione sulle caratteristiche dell'interfaccia utente che il vogatore offre. Skillrow è completamente connesso via Wi-Fi, Bluetooth e connettività Ant+ alle app mobili Skillrow e Skillrow Pro. Queste applicazioni sarebbero particolarmente utili agli allenatori per tracciare e tenere traccia delle prestazioni dei loro atleti nel tempo.

Tra le numerose funzionalità software dimostrate, tuttavia, di maggior interesse per gli allenatori presenti è stata la tecnologia da corsa collegata sviluppata per Skillrow.

In questa caratteristica, Technogym ha sviluppato una formula scientifica intelligente che utilizza la reale dinamica del canottaggio per tradurre accuratamente le prestazioni della macchina in tempi di navigazione equivalenti per diverse categorie di imbarcazioni. Questa è già una tecnologia estremamente innovativa nel settore del canottaggio indoor, ma va oltre, calcolando anche il livello di sincronizzazione tra i vogatori che competono su Skillrow collegati, e regola di conseguenza i loro punteggi.

Significa che, proprio come in una regata vera e propria, più l'equipaggio è sincronizzato nell'applicazione di potenza attraverso la corsa di canottaggio, più velocemente andrà. La sincronizzazione viene misurata in Skillrow misurando sia il tempo di inizio vogata e la forza di picco di ogni vogatore e quindi calcolando la media dell'equipaggio. Skillrow mostra poi a ciascun individuo quanto bene è sincronizzato con il resto dell'equipaggio. Come in una vera barca a remi, un equipaggio fuori sincrono sarà più lento di un equipaggio sincronizzato.

Gareggiare con Skillrow è divertente!
Al termine della presentazione, i presenti hanno lasciato la presentazione chiaramente impressionati da Skillrow e da ciò che questo equipment porterà nell'addestramento indoor per le squadre di canottaggio di tutto il mondo. Lo Skillrow rappresenta un significativo salto tecnologico che molti direbbero essere attesi da tempo.

Mentre il canottaggio è notoriamente lento ad adottare nuovi prodotti, la squadra nazionale italiana - una delle migliori al mondo - si sta già allenando sullo Skillrow. Con la miriade di caratteristiche e l'ampia ricerca alle spalle, sembra essere solo una questione di tempo prima che molte altre squadre nazionali ne seguano l'esempio, e la presentazione di Skillrow alla World Rowing Conference conferma questo cambio di rotta.

/related post

Skyrunning: correre per arrivare al cielo

Percorsi in alta montagna, scenari mozzafiato e tanta preparazione. Alla scoperta dello skyrunning, ...

Il sito utilizza cookie tecnici propri, cookie analitici di terze parti anonimizzati, e cookie di terze parti che potrebbero profilare: accedendo a qualunque elemento/area del sito al di fuori di questo banner, acconsenti a ricevere i cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso ai cookie, clicca qui. OK