Pasta con le zucchine

Pasta con le zucchine. Anni ʼ80? Insipido? Banale? No, per noi un grande classico. La salvezza al rientro a casa dai weekend fuori porta, quando il frigo è più vuoto dello stomaco e viceversa. Lʼalleato di chi cucina poco o è alle prime armi, oppure di chi ha tanti ospiti a cena e tante esigenze diverse da conciliare. Sì, perché diciamolo, a chi non piace la pasta con le zucchine? Il pasto di chi ha un occhio di riguardo per la linea e fa affidamento sulle sole 13 kcal per 100 gr di questo versatile ortaggio appartenente alle Cucurbitacee e in ultimo, un piatto assolutamente equilibrato dal punto di vista nutrizionale, saziante, digeribile, perfetto da mangiare prima del workout, con almeno un paio di ore dʼanticipo. Mettiamoci di impegno per ottenere un risultato semplice, ma perfetto, e adottiamo un paio di variazioni per passare da piatto semplice a piatto gourmet.

Il primo accorgimento sta naturalmente nella scelta degli ingredienti: alle zucchine, che devono essere rigorosamente fresche, se non novelle, così da avere una polpa soda e dolce, affianchiamo gli ultimi asparagi della stagione, anche questi da selezionare tra i più croccanti, verdi e con la punta in perfetto stato, e il cipollotto. Questʼultimo, che contiene più zuccheri della cipolla, ha un sapore più aromatico e delicato e caramellizza meglio in padella: senza dubbio lʼinizio di un buon condimento alle verdure. Una volta soffritto dolcemente a fuoco basso, il cipollotto deve risultare semitrasparente e profumato.

Il secondo accorgimento sta nel taglio delle verdure. Sembra scontato, ma un taglio corretto assicura un miglior risultato. La zucchina in particolare, ha una polpa cedevole che tende a disfarsi facilmente. Per evitare lʼeffetto "ospedaliero" è fondamentale rispettare la croccantezza naturale delle verdure, conferendo ai pezzi destinati al sugo un formato regolare, né troppo piccolo né troppo grande, che cuocia brevemente e uniformemente. Lo stesso vale per gli asparagi, che possiamo rosolare direttamente in padella senza precotture in acqua bollente, al fine di mantenere intatte tutte le proprietà organolettiche e nutrizionali.

Come si cucinano le verdure e le zucchine?

La cottura giusta delle verdure è veloce, ma non aggressiva: quindi fiamma moderata, un pizzico di sale che permette ai vegetali di liberare gradualmente la loro acqua, e un filo dʼolio sono gli elementi indispensabili, mentre aggiungere altri liquidi per accelerare il processo può conferire un effetto "bollito", rovinando le consistenze e diluendo i sapori. Teniamo presente che la zucchina contiene acqua al 94% e lʼasparago al 91%: basta un po' di pazienza e il gioco è fatto. Non dimentichiamo infine che lʼamido, e non lʼolio, è il miglior alleato di una pasta ben mantecata. Scolare la pasta molto al dente e terminare la cottura insieme alle verdure con un goccio di acqua della sua bollitura garantisce un piatto cremoso e ben condito senza la necessità di aggiungere ulteriori grassi, per la gioia del palato e del giro vita.
Per concludere, gli aromi: zest di limone biologico e zenzero grattugiato fresco aggiunti allʼultimo, oltre a donare un tocco di acidità, immancabile in ogni ricetta ben riuscita che si rispetti, regalano un pieno di vitamine altre sostanze benefiche. In particolare, 10-30 grammi di zenzero possono: migliorare la digestione e la circolazione sanguigna, accelerare il metabolismo, fungere da antidolorifico e da antinausea, sostenere le difese immunitarie, tenere a bada la glicemia e lʼaccumulo di colesterolo cattivo. il finale è tutto del basilico, in perfetto abbinamento con la zucchina, e dei suoi speciali oli essenziali, che gli  alchimisti dellʼantichità ritenevano addirittura in grado di influenzare positivamente mente e spirito e portare subito gioia, come per magia. E come non credergli? In fondo, "life is a combination of magic and pasta", parola di Federico Fellini.
Ingredienti per 4 persone
80g pasta per persona
2 zucchine
500g asparagi
1 cipollotto
basilico fresco q.b.
limone
zenzero fresco q.b.
40ml di Olio extra vergine di oliva
sale q.b.
pepe q.b.

/related post

Insalata di riso estiva

Non è bella stagione senza la mitica insalata di riso. Colorata, ricca, conviviale, perfetta...

Il sito utilizza cookie tecnici propri, cookie analitici di terze parti anonimizzati, e cookie di terze parti che potrebbero profilare: accedendo a qualunque elemento/area del sito al di fuori di questo banner, acconsenti a ricevere i cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso ai cookie, clicca qui. OK