Attrarre nuovi utenti con l’allenamento a circuito

Rimini Wellness è una delle location più influenti del mondo fitness e wellness. É un’occasione di scoperta e confronto per i più importanti operatori del settore per dare uno sguardo al futuro, alle novità del settore, per aprirsi alle novità del mercato, cavalcare i nuovi trend e, più in generale, trovare spunti per migliorare e aggiornare il proprio business. Technogym sta svelando qui alcune delle più importanti innovazioni di prodotto e di format per il settore e, come ogni anno, organizza seminari e workshop aperti a tutti gli operatori per condividere il know how di 30 anni di esperienza nel campo del wellness.

L’allenamento a circuito è il principale tipo di allenamento per forza, resistenza e aerobica muscolare. Può essere di bassa, media ed medio-alta intensità. È il tipo di allenamento maggiormente adottato dall'utente medio della palestra, ed può facilmente considerarsi come un deal maker (o breaker) nella ritenzione del cliente.

Nato negli anni ’50 nell’università di Leeds, l’allenamento a circuito si presentava come la soluzione per l’allenamento simultaneo per un gruppo di persone a diversi livelli di intensità. Tuttavia, l’allenamento a circuito presentava e presenta tutt’oggi numerosi problemi, tra cui:

  • Noia o scoraggiamento del cliente, che segue un allenamento monotono e senza risultati
  • Possibilità del cliente di barare
  • Mancanza di supervisione dal PT
  • Colli di bottiglia, creati dalla mancanza di strumenti o dal diverso tempo di utilizzo dal parte dell’utente.
Come risolvere queste problematiche e quindi risolvere l’annoso tema della dispersione/acquisizione di clienti è stato il focus del seminario Circuit Training: come attirare nuovi utenti nel vostro centro fitness, tenuto da Technogym durante Rimini Wellness 2018.

I problemi dell’allenamento a circuito

Ciascun utente si allena per raggiungere degli obiettivi specifici. Questi obiettivi nascono da ambizioni, insicurezze e tempi di allenamento proprie di ogni cliente. Pertanto, trovare un metodo per riuscire a raggiungere le esigenze del cliente deve essere il centro dell’attenzione di ogni palestra o stabilimento fitness.
Come accennato sopra, l’allenamento a circuito presenta numerosi problemi. Non rispondere a questi problemi equivale a disattendere gli obiettivi del cliente e ciò, inevitabilmente, porterà all'abbandono dell’allenamento e alla mancata fidelizzazione. Questo fenomeno si avverte maggiormente su determinati segmenti della clientela, come i meno esperti, i più anziani e coloro con poco tempo a disposizione. La somma di questi segmenti di clientela costituiscono una parte consistente dell’utenza di una palestra, e determinano quell'alto tasso di abbandono/dispersione, che ogni anno danneggia ogni centro fitness.
Pertanto, offrire un tipo di allenamento personalizzato, rapido, efficace e divertente, che faccia sentire l’utente soddisfatto della sua performance - in una parola fico, potrebbe essere un’ottima soluzione non solo per mantenere i clienti esistenti, ma per acquisirne altri.

Biocircuit, l’allenamento adatto a te

Come risposta ai problemi dell’allenamento a circuito, Technogym propone Biocircuit. Biocircuit prevede un workout personalizzato, senza tempi di regolazione strumenti e di attesa. Biocircuit permette un controllo facile per i Personal Trainer, che possono così massimizzare l’efficienza dell’allenamento dell’utente. Con 5 metodi di allenamento, sviluppati grazie alla tecnologia BIODRIVE, anche quei segmenti di clientela solitamente più propensi all'allenamento occasionale possono completare il loro allenamento in breve tempo e mantenere alta la costanza.

Biocircuit è uno strumento all-inclusive, che attrae nuovi membri ed aumenta la fidelizzazione dei membri esistenti.

Gli effetti di Biocircuit in palestra: le testimonianze dirette

L’elemento di maggior valore del seminario è stata senza dubbio la presenza di un proprietario di palestra, che ha potuto testimoniare gli effetti positivi dell’allenamento Biocircuit.
Durante la sua presentazione ha dimostrato che una forma di allenamento a circuito capace di rispondere alle esigenze dei clienti come Biocircuit, aumenta la fidelizzazione (misurata con l’aumento del tasso di rinnovo abbonamento utenti), mantiene alto il tasso di frequenza degli iscritti ed è la soluzione ideale per coloro che non seguono, o per mancanza di tempo o per altri fattori esterni, un programma di allenamento isotonico.
L’allenamento non toglie valore al preparatore tecnico, ma lo aumenta. Parte integrante di Biocircuit è la presenza del preparatore per la registrazione, testing, ed aumento del carico di allenamento progressivo dell’utente, che a sua volta necessita del’apporto tecnico del preparatore.
Inoltre, il fattore novità di un sistema di allenamento di ultima generazione attrae nuovi clienti, che vengono poi conquistati dalla sicurezza e discrezione nell'allenamento: infatti, l’assenza di pesi nell'equipaggiamento permette agli utenti alle prime armi di potersi allenare con confidenza assieme ad altri utenti più esperti, dandogli il coraggio di muoversi in seguito verso allenamenti a maggiore intensità.
Infine, elemento molto interessante per coloro che non dispongono di molti spazi all’interno dei loro centri, Biocircuit ha ottenuto il miglior rapporto numero di utenti settimanali per metro quadro nel centro fitness analizzato durante la presentazione.

/related post

Innovazione nel calcio: dove stiamo andando?

Technogym, azienda leader nell'innovazione del wellness, ha partecipato all'Hype global Summit per d...

Il sito utilizza cookie tecnici propri, cookie analitici di terze parti anonimizzati, e cookie di terze parti che potrebbero profilare: accedendo a qualunque elemento/area del sito al di fuori di questo banner, acconsenti a ricevere i cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso ai cookie, clicca qui. OK