Perchè Let's Move for a Better World?

36 anni.
No, non è l'età di chi scrive ma il tempo che trascorriamo seduti nel corso di una vita. Lavorare a una scrivania, guidare, sessioni estenuanti sul divano.Tutto questo si traduce in una sola parola: sedentarietà.

Technogym,da più di 30 anni, promuove l'attività fisica e i suoi benefici attraverso il concetto di Wellness. In particolare negli ultimi anni l'azienda è scesa in campo contro la sedentarietà e i danni che ne derivano, con la  campagna globale Let's Move for a Better World.

Il problema è globale

Negli ultimi 30 anni il fenomeno globale dell'obesità si è accentuato raggiungendo numeri impressionanti. Alcuni dati ci possono aiutare a capire l'ampiezza del problema.
let's move for a better world
È il numero di adulti che nel 2016 risultava in sovrappeso.
Di questi oltre 650 milioni obesi.

È la percentuale della popolazione mondiale in sovrappeso nel 2016.

È il numero tra bambini e adolescenti che lo scorso anno erano in sovrappeso o addirittura obesi. Dal 1975 la percentuale di giovani con problemi di peso è quasi quintuplicata.
I problemi legati all'eccesso di peso non riguardano solo gli adulti. L'obesità, nel mondo, è triplicata dal 1975 al 2016.
Oggi nel mondo ci sono più persone  in sovrappeso o obese di quelle che soffrono di denutrizione e questo è vero a livello globale con l'eccezione di alcune zone dell'Africa subsahariana e dell'Asia.

Cause ed effetti

Insieme all'evoluzione culturale e tecnologica che ci ha portati fino a dove siamo oggi, l'uomo ha subito, di contro, un'involuzione dal punto di vista dell'attività fisica.Siamo ben lontani dai nostri progenitori che correvano e si muovevano per vivere. Noi, se ci va bene, lo facciamo al massimo un paio di volte alla settimana e spesso lo facciamo pure male.

La causa principale che porta all'eccesso di peso e all'obesità è lo squilibrio tra le calorie ingerite e quelle consumate.

Il fenomeno è sicuramente molto complesso così come sono intricate le cause che lo generano. Possiamo sottolineare due macro cause a livello globale:

        • il consumo sempre maggiore di cibi calorici, ricchi di grassi
        • l'aumento dell'inattività dovuto soprattutto ai lavori sedentari, alle modalità di trasporto e alla crescente urbanizzazione.
WELLNESS WALL

Sappiamo davvero dove corre il confine tra semplice sovrappeso e obesità?Spesso si usano i due termini in maniera equivalente scomodando l'aggettivo "obeso" quando la persona ha solo qualche chilo di troppo.
Ma obesità e sovrappeso non sono sinonimi.

Il principale parametro di valutazione del peso corporeo è rappresentato dall'Indice di Massa Corporea (in sigla IMC o BMI dall'inglese Body Mass Index) che risulta dal rapporto tra il peso di un individuo e la sua statura. Un valore dell'IMC pari o superiore a 25 (e sono sufficienti pochi chili di troppo) fa classificare l'individuo nella categoria "sovrappeso", mentre con un IMC pari o superiore a 30 scatta la definizione di "obesità".

Allo stesso modo, chi è in sovrappeso viene considerato "a rischio" per le conseguenze che il peso in eccesso comporta sulla salute (soprattutto le malattie cardiovascolari e il diabete), mentre chi è obeso viene considerato "ad alto rischio".

Entrambe le condizioni legate all'eccesso di peso comportano del rischio, che sia esso basso o alto, e le ripercussioni sulla nostra salute sono numerose e importanti.

5 principali  effetti della sedentarietà

        • Rallentamento del metabolismo: un'ora seduti causa una diminuzione del principale enzima che trasforma il colesterolo cattivo in buono,questo può portare a un maggiore rischio di malattie cardiovascolari e diabete.
        • Danni ai muscoli: trascorrendo molto tempo inattivi i muscoli possono perdere elasticità, tonicità e massa.
        • Indebolimento delle ossa: se non lavorano non hanno gli stimoli necessari a rigenerarsi, per non perdere forza e densità necessitano di sostenere il peso del nostro corpo.Per questo una vita sedentaria aumenta il rischio di soffrire di osteoporosi.
        • Postura scorretta: stando seduti a lungo si corre il rischio di assumere posture sbagliate che col tempo possono creare danni a schiena, spalle e collo
        • Apnee notturne: sono strettamente collegate ai problemi cardiaci e alla ritenzione idrica. I fluidi che di giorno sono trattenuti, di notte circolano liberamente e possono ostruire le vie respiratorie.

Non da ultimo la sedentarietà fa male anche alla nostra mente,  aumentando il rischio di depressione fino del 25%, specie se il tempo per cui si resta inattivi è trascorso di fronte al computer e internet, ma anche stare troppo davanti alla TV aumenta il rischio (+13%). Lo dimostra un grosso studio sul British Medical Journal Sports Medicine e condotto da esperti della Università Qingdau in Cina su oltre 193 mila persone.

Dai singoli individui alla società

Le caratteristiche del problema e la sua diffusione rendono la sedentarietà una "piaga sociale", un costo elevato per la società e i governi: l'inattivi­tà non solo ha un pesante impatto negativo in forma di costi diretti per il sistema sanitario, ma ha anche un elevato costo indiretto in termini di aumento dei congedi per malattia, delle inabilità al lavoro e delle morti precoci.

Si calcola che per una popolazione di dieci milioni di persone per metà insufficientemente attive, il costo dell'inattività sia di 910 milioni di euro l'anno. La "globesità" è l'epidemia del XXI secolo, il nemico pubblico n.1 che l'OMS cerca di debellare con le nuove linee guida valide fino al 2020. Le principali raccomandazionidell'Organizzazione: almeno 150 minuti a settimana di attività fisica per gli adulti e 60 minuti al giorno per bambini e giovani.

La mission di Technogym

Da lungo tempo Technogym, al pari della OMS, propone l'attività fisica come mezzo di prevenzione e farmaco per la salute della popolazione. La risposta a una vita sedentaria è una vita attiva, una vita wellness.
Il drive che guida la filosofia wellness è certamente l'esercizio fisico ma non solo.

Il Wellness è un’opportunità sociale per tutti: per i governi che possono ridurre i costi della sanità, per le aziende che possono contare su collaboratori più creativi e produttivi e per tutti i cittadini che possono migliorare la propria salute ed il proprio stile di vita quotidiano. Il nostro augurio e la nostra speranza è di continuare a contribuire alla diffusione del Wellness, perché maggiore sarà il numero di persone che adottano uno stile di vita Wellness, migliore sarà il mondo. Questa filosofia è la social mission su cui basiamo il nostro impegno quotidiano. Nerio Alessandri

Il Wellness è lo stile di vita che attraverso l'unione di attività fisica costante, sana alimentazione e approccio mentale positivo permette alla persona di raggiungere il proprio equilibrio.

BE INSPIRED

Benché ‘attività fisica’ ed ‘esercizio’ siano concetti differenti, intendendo con il primo qualsiasi forma di movimento e con il secondo una forma di movimento più strutturata eseguita per fini specifici, entrambi rappresentano elementi fondamentali del Wellness.
Senza questi non è infatti possibile raggiungere il benessere psicofisico. L’uomo è stato progettato per muoversi, e non può permettersi i rischi legati alla sedentarietà. Sin dal 2002 l’OMS promuove una campagna con il significativo slogan Move for Health.

Anche i nutrizionisti, nelle loro linee guida, non mancano di dare grande risalto all’incidenza di uno stile di vita attivo sulla salute generale degli individui. L’attività fisica moderata ma costante può quindi essere considerata un vero e proprio ‘farmaco’, che se ben dosato presenta solo vantaggi e nessun effetto collaterale negativo.

Ecco perché, a dimostrazione di queste evidenze, l’American College of Sports Medicine ha lanciato un’iniziativa mondiale che va sotto il nome di Exercise is Medicine della quale Technogym è Global partner.

Let's Move for a Better World

Nel 2014 in coerenza con la propria mission, Technogym lancia la campagna globale Let's Move for a Better World. L'iniziativa  mira a sensibilizzare le comunità sul tema della sedentarietà e dell'obesità, promuovendo allo stesso tempo l'esercizio fisico come mezzo ideale per combatterle.
E lo fa in modo coinvolgente e divertente!
COME FUNZIONA

Con Let's Move for a Better World chi si allena in palestra può fare del bene a sé stesso e agli altri. Allenandosi infatti in uno dei centri fitness che partecipano alla campagna, gli utenti possono accumulare MOVE
(l'unità di misura del movimento di Technogym).

In base ai MOVE raccolti i centri vincitori sono chiamati a scegliere una scuola o un’associazione no-profit alle quali donare le più avanzate attrezzature Technogym: oltre a migliorare la propria forma fisica, incontrare nuovi amici e divertirsi, i partecipanti possono anche aiutare la propria comunità a diventare più attiva.

In questo modo le palestre aderenti che partecipano alla sfida diventano dei Wellness Ambassadors, veri e propri campioni della vita dinamica.

Dalla palestra il verbo si diffonderà velocemente grazie al carattere virale di Let's Move e diventerà un prezioso alleato nella lotta contro la vita sedentaria e le sue conseguenze.

Da Milano a Rio

Let's Move for a Better World ha avuto così tanto successo che Technogym ha deciso di replicarlo anche in tre "edizioni speciali". La prima a Milano in occasione di Expo 2015 dove Technogym era presente come “Official Wellness Partner”.

Expo si è svolto sotto l’egida dello slogan Nutrire il pianeta, energia per la vita. L’obiettivo principale della manifestazione era quello di fornire concrete risposte a questioni importanti quali lo sviluppo sostenibile e la sicurezza alimentare.

Technogym non poteva mancare in qualità di promotore del Wellness e della corretta alimentazione, uno dei pilastri della filosofia aziendale. Ad Expo Technogym ha promosso la campagna  Let’s Move & Donate Food, a supporto del Programma alimentare delle Nazioni Unite.

I visitatori erano incoraggiati a donare il proprio movimento, misurato in MOVE: ogni 1000 MOVE corrispondevano ad un pasto da donare ai bambini affetti da malnutrizione.

La seconda edizione speciale di Let’s Move & donate food ha avuto, come sfondo, i pendii innevati di Davos. In occasione del Forum Economico Mondiale i partecipanti sono stati invitati a scaricare la Technogym app per tenere traccia del loro movimento quotidiano. I MOVE raccolti sono stati poi devoluti per donare pasti ai bambini nei paesi colpiti dal problema della denutrizione.

Nello stesso anno, durante le Olimpiadi di Rio, Technogym ha promosso il progetto Let’s move for Rio.

La campagna ha coinvolto atleti e campioni olimpici, i cosiddetti “Wellness Enthusiasts” e i frequentatori di palestra provenienti da tutto il mondo, per promuovere lo sport e l’attività fisica come un’opportunità sociale.

Attraverso la piattaforma digitale di Technogym, Mywellness cloud, durante le Olimpiadi, gli atleti e gli appassionati di wellness hanno potuto misurare il loro esercizio fisico. I MOVE raccolti sono stati poi convertiti in attrezzature Technogym che sono state poi donate a 22 palestre pubbliche nelle comunità maggiormente svantaggiate di Rio.

Together, we will move the world!
#letsmoveforabetterworld
Il sito utilizza cookie tecnici propri, cookie analitici di terze parti anonimizzati, e cookie di terze parti che potrebbero profilare: accedendo a qualunque elemento/area del sito al di fuori di questo banner, acconsenti a ricevere i cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso ai cookie, clicca qui. OK