Questo albergo si autodistruggerà: i nuovi trend nei viaggi di lusso

Avete sempre voluto di dormire nel mezzo del deserto del Sahara ma non avete intenzione di condividere una tenda con altri clienti? Volete pernottare nel massimo del comfort tra i ghiacci del circolo polare artico, o tra la lussureggiante vegetazione della foresta amazzonica? Con un progetto denominato Blink - vincitore del prestigioso premio Best Innovation in Travel, al Globe Travel Awards - la catena Black Tomato promette di realizzare il vostro sogno di vacanza perfetta in qualsiasi luogo del mondo, allestendo delle speciali strutture pop-up, pronte ad essere smantellate una volta ultimata la vostra esperienza. Ecco come funziona il più innovativo concetto di viaggio, per il mercato dell'hotellerie di lusso, attualmente disponibile sul mercato

Posto che il lusso consista essenzialmente nella possibilità di godersi oggetti o esperienze quanto più rari ed esclusivi possibile, come raggiungerne l’apice nel settore dell’industria alberghiera e delle compagnie di viaggio?

Alla domanda risponde Black Tomato, catena specializzata in esperienze super luxury e tailor made, che offre oggi la possibilità di allestire sistemazioni personalizzate in qualsiasi punto del globo per poi smantellarle a viaggio concluso. Blink è un servizio di viaggio che consente di progettare la propria abitazione pop up di lusso nell’angolo remoto, selvaggio e disabitato che si preferisce, che si tratti di una raffinatissima tenda in stile safari sul fiume Mekong, di una yurta nella steppa mongola o di una cupola nel deserto di sale dell’altopiano boliviano di Uyuni. E scegliendone con cura ogni singolo dettaglio, dal tetto, al letto alle posate, ai tappeti, fino alle attività quotidiane – istruttore di yoga compreso –, al servizio di catering, locale o stellato, o all’eventuale presenza di tende da salotto o di una cucina separata. Volendo, si potrebbe decidere di far allestire un’ampia vasca idromassaggio nel bel mezzo del Sahara o di farsi preparare la merenda da uno chef stellato Michelin tra i ghiacci del circolo polare artico.
Per iniziare, è sufficiente compilare un modulo online con le prime informazioni di base sul luogo e sul tipo di ambiente prescelti per essere poi contattati da un team Black Tomato che consiglierà le strutture più adatte, sia che si tratti di una romantica e minimale tenda per due che di un attrezzatissimo campo per più famiglie. Modellare ogni singolo dettaglio sulla base dei propri gusti e delle proprie esigenze sarà a quel punto la parte più divertente.
Probabilmente è l’esperienza di viaggio più intima e personalizzata che sia mai stata proposta fino ad oggi, progettata per non essere vissuta da nessun altro all'infuori di chi l’ha immaginata. E destinata a durare giusto un battito di ciglia, come vuole il nome, per poi essere completamente smantellata senza che ne rimanga traccia alcuna, «lasciando nient’altro che l’ambiente nel suo perfetto stato naturale», come dopo ogni Burning Man.


Video
"Blink and you’ll miss it"
Questo è quanto recita lo slogan del servizio di viaggio che ha appena vinto il prestigioso premio Best Innovation in Travel al Globe Travel Awards, ed è tutt'altro che difficile convincersene.
Nell’epoca del turismo di massa e delle offerte di viaggio iper low cost, dell’all-inclusive e del souvenir cinese al posto del prodotto di artigianato locale, Black Tomato riporta il lusso alla sua dimensione più alta e inaccessibile (anche economicamente, considerato che alcune delle opzioni proposte arrivano a costare € 23.000 a persona), garantendo l’assoluta irripetibilità di un’esperienza confezionata ad hoc per ogni singolo ospite.
Infatti, per quanto lussuosa, è imprescindibile per l’azienda l’autenticità dell’esperienza di soggiorno – e in parte anche la componente dell’avventura, stando a quanto lasciano intendere l’entusiasmo e la competenza dei tre fondatori di Black Tomato, Tom Marchant, James Merrett e Matt Smith, che hanno trascorso anni interi viaggiando da una parte all’altra del mondo prima di fondare, una decina di anni fa, la loro compagnia di viaggi di lusso.
Quest’anno, oltre a Blink, la compagnia ha offerto anche un altro innovativo servizio, Drone the World: nientemeno che la possibilità di ingaggiare un esperto operatore di droni che, non solo segua i clienti nelle loro avventure liberandoli dall’onere di dover prontamente fotografare dettagli inaspettati, ma sia anche in grado di consigliare le mete più adatte a quel tipo di reportage, premurandosi di consegnare, al ritorno, una curata featurette dell’intero viaggio. Ma nemmeno l’aspetto storico e pratico è stato trascurato: nel 2017 Black Tomato ha pensato di proporre un itinerario tra due distillerie storiche di Kentucky e Tennessee, Stitzel-Weller e Cascade Hollow, che ospitano rispettivamente il Bulleit Frontier Whiskey Experience e il George Dickel Tennessee Whisky.
Come ha raccontato lo stesso Marchant, sulle pagine di Forbes, è convinzione dell’azienda che ottenere un assaggio dell’artigianato più autentico e delle eccellenze dei prodotti locali sia il modo migliore per conoscere nel profondo un luogo. «Non c'è niente di meglio che entrare in contatto con storie e persone reali per ispirarci e risvegliare il nostro senso di avventura e curiosità culturale», ha detto.
Oltre all’accesso esclusivo a questi luoghi storici, i clienti Black Tomato hanno potuto godersi una masterclass in bourbon seguita da una degustazione privata con un esperto di whisky in loco della Stitzel-Weller, un’esperienza di distillazione, un barbecue privato con un maestro della grigliata e dell’affumicatura e una sessione di scrittura e registrazioni di canzoni con autori vincitori di Grammy.
Uno stereotipo, quello del lusso ozioso, che Black Tomato ha contribuito a cambiare già da qualche anno, grazie al lancio di Epic Tomato, oggi un marchio indipendente, in grado di fornire ai propri clienti una vera e propria “collezione” di avventure tra cui scegliere: territori e condizioni davvero estremi, alcune tra le destinazioni meno esplorate del mondo e la necessità di sfidare se stessi avvalendosi di un team di esperti capace di garantire, senza intaccare l’epos del viaggio, che tutto avvenga in totale sicurezza e che lo sforzo fisico richiesto sia di volta in volta adeguato alle capacità dell’ospite. Si può optare per un trekking di nove giorni sulla montagna più alta della Namibia, sulla Skeleton Coast, o attraverso le foreste pluviali del Borneo, per una spedizione antartica di 14 giorni con sci e slitta attraverso il Deserto Bianco, oppure anche per una gita in kayak di 12 giorni lungo il Nilo Bianco, in Uganda.
In ogni caso, niente di più lontano dal divano, per i viaggiatori più esigenti dei nostri giorni.

/related post

Wearable tech: i pro e i contro delle funzioni per la salute

I possessori di wearable device, come gli smartwatch, vogliono tener traccia degli allenamenti e dei...

Il sito utilizza cookie tecnici propri, cookie analitici di terze parti anonimizzati, e cookie di terze parti che potrebbero profilare: accedendo a qualunque elemento/area del sito al di fuori di questo banner, acconsenti a ricevere i cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso ai cookie, clicca qui. OK