Fitness in italia: più iscritti in palestra, più salute per il Paese

Da un'intervista di Nerio Alessandri - Presidente e Fondatore di Technogym

Rimini Wellness 2019

Rimini Wellness 2019 è l'occasione per fare il punto sullo stato del settore fitness in ItaliaNerio Alessandri, Presidente e Fondatore di Technogym parla spesso di un settore che ha sia un impatto economico, sia un impatto sociale.

Star bene, conviene.
La fitness industry è in continua evoluzione, veloce come il mondo di oggi, sempre alla ricerca di nuove tendenze e di accontentare un cliente sempre più esigente e consapevole.

Technogym, oltre al proprio focus nello sviluppo di prodotto e servizi innovativi per il fitness, lo sport e la salute, è da anni impegnata, assieme alle associazioni di categoria come Europe Active, ANIF ad alcuni lungimiranti operatori di settore a promuovere il valore economico e sociale del nostro settore.

Il settore del fitness e del wellness è un comparto importante della nostra economia, rappresentato da 7.700 fitness e wellness clubs a livello nazionale, che creano quasi 100 mila posti di lavoro, e contano circa 5 milioni e mezzo di iscritti. Il 9% degli italiani è iscritto ad una palestra. Incrementare il numero di italiani che vanno regolarmente in palestra, significa, da un lato creare valore economico e lavoro, ma soprattutto significa creare un fortissimo valore sociale in termini di maggiore salute per le persone.

L'impatto sociale del regolare esercizio fisico

Un recente studio del World Economic Forum dimostra, che a livello mondiale, la spesa sanitaria aumenta, in media, anno dopo anno, del doppio rispetto al tasso di crescita del PIL.
Se nei Paesi sviluppati, il PIL aumenta mediamente dell’1,2%, la spesa sanitaria è in aumento del 2,9%. In Italia, viste le previsioni di crescita del PIL non così entusiasmanti, il problema è ancora più serio. Nel lungo termine, un sistema basato sullo sulla cura non può essere sostenibile. "La prevenzione, il regolare esercizio fisico, e di conseguenza il nostro settore giocheranno un ruolo centrale. In tale scenario, noi operatori in primis, dobbiamo crederci e innovare, tutti i giorni, per sviluppare prodotti, servizi e soluzioni in grado di coinvolgere una popolazione sempre maggiore. Dall’altro canto, è importante che le Istituzioni capiscano la potenza ed il valore di questa opportunità, di modo da attuare politiche mirate alla promozione della prevenzione attraverso, lo sport, il fitness ed il regolare esercizio fisico."

Quindi più persone in palestra, vuole dire maggiore salute? "Sicuramente si. La prevenzione, il regolare esercizio fisico, e di conseguenza il nostro settore giocheranno un ruolo centrale"

Le iniziative di Technogym in tema di sostenibilità sociale

Nerio Alessandri, presidente e Fondatore di Technogym, pensa al concreto. "A partire dalla nostra filosofia del Wellness – lanciata proprio qui a Rimini nel lontano 1993 – che mette al centro il regolare esercizio fisico per tutti, a vari a livelli ed a varie intensità, abbiamo sviluppato il primo ecosistema digitale in grado di permettere alle persone di accedere su tutti i prodotti Technogym connessi, ad una esperienza di allenamento completamente personalizzata, sulla propria routine di allenamento, sui propri obiettivi o passioni e sul proprio livello di forma fisica."

Il duplice vantaggio del Technogym Ecosystem

Il Technogym Ecosystem offre alle persone motivazione e risultati ed agli operatori di settore la possibilità di creare all’interno dei propri centri una varietà di servizi in grado di attrarre persone diverse con obiettivi e bisogni diversi…con il risultato di essere in grado, tutti assieme di aumentare la popolazione attiva nel nostro paese, coi benefici di cui abbiamo parlato.

Let's Move for a better World, la campagna sociale che ha coinvolto tutta la industry

E da questa idea è nata anche una campagna sociale che ha coinvolto tutto il settore? -  "Si, un progetto che va avanti da sei anni e di cui siamo molto fieri. Abbiamo coinvolto i fitness clubs, ed i loro iscritti, di tutto il mondo in una iniziativa dal forte impatto sociale: “Let’s Move for a Better World”.

Grazie al nostro ecosistema digitale, in grado di misurare il movimento delle persone su tutti i prodotti Technogym, abbiamo dato la possibilità alle persone di donare il proprio esercizio per una buona causa, la lotta all’obesità infantile. In pratica, più le persone si allenano in palestra, più contribuiscono ad una donazione di prodotti Technogym ad una scuola, del proprio territorio, impegnata in un programma di educazione ai sani stili di vita. Una idea che ci ha permesso di coniugare business e responsabilità sociale e soprattutto un esempio concreto di quanto il nostro settore può fare a livello sociale che ha visto la partecipazione di 1400 clubs e 700 mila persone in tutto il mondo."

Oltre all’ecosistema tecnologico, in Romagna, avete creato un ecosistema reale, la Wellness Valley?
"Da oltre 15 anni Wellness Foundation – la fondazione no profit finanziata dalla mia famiglia -  promuove il progetto Wellness Valley per creare in Romagna il primo distretto del benessere e della qualità della vita al mondo. Wellness Valley ha coinvolto tutti gli stakeholders locali: le Amministrazioni Pubbliche, il mondo della scuola, dell’università, il sistema sanitario, le aziende e il settore turistico.
A distanza di 15 anni, Wellness Valley è una realtà consolidata con oltre 70 progetti attivi che valorizzano il wellness nei vari settori. Un recente report – elaborato da un osservatorio indipedente formato da Università di Bologna, Unioncamere e Apt Emilia Romagna – ha dimostrato l’impatto di questo progetto in termini di salute e stato di forma della popolazione, con dati estremamente chiari: In Romagna abbiamo la popolazione più attiva d’Italia."

/related post

Technogym alla World Rowing Sports Medicine, Science and Coaches Conference 2018 con Skillrow

In una delle più importanti manifestazioni canottaggio dell'anno, Technogym ha introdotto Skillrow,...

Il sito utilizza cookie tecnici propri, cookie analitici di terze parti anonimizzati, e cookie di terze parti che potrebbero profilare: accedendo a qualunque elemento/area del sito al di fuori di questo banner, acconsenti a ricevere i cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso ai cookie, clicca qui. OK