Filippo Magnini: non solo nuoto, anche palestra

Un altro campione olimpico ospite di Technogym a Rimini Wellness: nuotatore italiano e stileliberista italiano, Filippo Magnini al suo arrivo crea scompiglio nel booth. Moltissime persone si fermano per scattare una foto o semplicemente stringergli la mano. Gli chiediamo se ha voglia di allenarsi e si presta molto volentieri. Si dirige verso la zona dedicata a SKILLATHLETIC TRAINING il nuovo format firmato Technogym ed inizia il suo allenamento.

La "seconda casa" di Filippo Magnini

Al termine della classe ci racconta che ama molto la palestra e anche durante la sua carriera da nuotatore si allenava 3 volte a settimana alle quali si aggiungevano le 10 in vasca. Da quando ha smesso di essere un nuotatore professionista, dopo un periodo di vacanza, continua a mantenersi in forma nuotando una volta a settimana, correndo e andando in palestra, che definisce la sua "seconda casa".

Gli chiediamo come è stato allenarsi con SKILLATHLETIC e ci dice che per lui è stata una bella esperienza perché era un po’ che non si allenava con un circuito. Ammette di essersi divertito molto ed è un allenamento che cercherà di riproporre grazie a Technogym in futuro. Quello che gli è piaciuto di più sono stati i salti ed il lancio con la palla, che facevano parte del suo allenamento da nuotatore e quindi è stato come tornare indietro nel tempo.

I successi

Nella sua carriera Filippo Magnini ha ottenuto nel 2004 infatti il suo primo titolo europeo a Madrid e nello stesso anno partecipa alle Olimpiadi di Atene, dove conquista una storica medaglia di bronzo con la staffetta italiana 4x200 m. stile libero.

A Montreal nel 2005, conquista il prestigioso titolo di "campione del mondo" nella gara dei 100 stile libero, la "gara regina" che lo consacra definitivamente tra i grandi di tutti i tempi. La sua prestazione è di assoluto valore tecnico e mediatico: il primo oro nei 100 stile libero nella storia del nuoto italiano, con un formidabile 48"12 (all'epoca secondo tempo mondiale all-time) vinto con una performance carica di emozione.

Nel 2006 Filippo vince nuovamente il titolo europeo a Budapest nei 100 stile libero, confermandosi specialista della distanza. Nel 2007, a Melbourne, vince per la seconda volta consecutiva il titolo mondiale. Nello stesso anno ottiene anche il suo quarto titolo consecutivo agli europei in vasca corta sui 200 stile libero.

Una curiosità: a quale medaglia sei più affezionato?
Ogni medaglia ha una sua storia bella o brutta che sia, ripenso a tutte le fatiche per ottenerla, quindi è difficile sceglierne una sola. Se proprio devo ti dico sicuramente il mio primo oro mondiale nel 2005. È stata una gara inaspettata, ho lottato per questa medaglia con il record dei campionati del mondo, come primo italiano nella storia a vincere un mondiale nei 100 stile libero. Sicuramente quella è stata la medaglia d’oro che mi ha consacrato come Filippo Magnini nuotatore.

/related post

Julian Eberhard: duro allenamento e nuove sfide

Il biatleta austriaco Julian Eberhard, quattro volte vincitore in Coppa del Mondo, parla del suo all...

Il sito utilizza cookie tecnici propri, cookie analitici di terze parti anonimizzati, e cookie di terze parti che potrebbero profilare: accedendo a qualunque elemento/area del sito al di fuori di questo banner, acconsenti a ricevere i cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso ai cookie, clicca qui. OK