Dell’amore e di altre app

Come hanno rivoluzionato le nostre relazioni amorose i social network? Come riuscivamo a trovare l’anima gemella quando la tecnologia più avanzata era un telefono a disco? Ecco di cosa non possiamo più fare a meno per innamorarci e far innamorare, per vivere, insomma, l’unico sentimento in grado di farci stare meglio, con o senza una connessione
facebook live

Telefoni e spunte blu

Cosa ricordiamo di quando gli unici due strumenti tecnologici utili per una relazione amorosa erano un citofono e un telefono a disco?
Forse non ricordiamo più nemmeno cosa si provasse a leggere un messaggio senza doppia spunta blu. Tempi lontani, ricordi evanescenti.
I social hanno rivoluzionato le nostre vite sentimentali, ci hanno aggiunto proprio dei sentimenti che non pensavamo esistessero in natura.
istantanea amore
La mortificazione di un messaggio visualizzato e non risposto su Whatsapp è un sentimento nuovissimo che ha una sfumatura tutta sua, per esempio. Il senso di abbandono, solitudine e isolamento che coglie la persona che ha pubblicato una foto e non ha ricevuto nemmeno un like, un altro.
Per verificare quanto sono cambiate le relazioni grazie ai social, basta controllare i termini nati apposta per definire i rapporti che si svolgono online. Il sexting, per esempio. Un rapporto sessuale basato sulle piattaforme di messaggistica istantanea. Ognuno è tranquillo in pigiama a casa sua e manda foto di porzioni compromettenti del proprio corpo, spesso molto buie e sfocate, ritratto da angolazioni che permettano di uscirne bene, e intanto scrive sconcerie. Ai nostri genitori non sarebbe mai capitato di mandare una foto zozza nella chat sbagliata. Anche ai noi stessi di poco tempo fa, adesso sì. Per questo bisogna stare sempre attenti.
Un messaggio inviato è per sempre.

App e Social Network

I social network servono per acquistare un po’ di fiducia in noi stessi. Online ci possiamo vendere come persone socievoli, sicure, aperte e piene di interessi. Uno è libero di barare e di proporre l’immagine che più lo aggrada, facilitato anche iconograficamente dai filtri giusti. Con i social tendiamo a diventare l’entertainer dei nostri follower, come se conducessimo uno show perfezionato a puntino, basato su quella fotografia di noi, studiatissima, che cerchiamo di rispecchiare. È una cosa terribilmente faticosa, e può minare l’inizio di una relazione. Insomma, finché si chatta ognuno dal proprio divano è tutto ok. Ma quando bisogna uscire e vedersi di persona, le cose cambiano.
In realtà l’abbiamo sempre fatto, solo che prima la facevamo subito dal vivo, ed era molto più difficile. Parlare di sé per ore, cercare di essere interessanti, sbobinare tutti i fatti salienti della nostra vita sperando di risultare avvincenti come la sesta stagione di Game of Thrones. Adesso ci sono dei passaggi iniziali aggiuntivi. Sono i social.
video e dirette
Se i luoghi virtuali sono infiniti, grazie ai nuovi strumenti come le app di incontri che funzionano come la pesca a strascico e ti fanno trovare l’anima gemella più vicina (inserisci i km di distanza, selezioni una fascia d’età e vedi se riesci a portare a casa qualcosa), le possibilità di trovare qualcuno sono maggiori.
E poi che succede? Spesso quando la relazione nasce la mettiamo sotto gli occhi di tutti.
E online il pubblico e il privato si confondono. Mettere una storia sotto lo scrutinio generale non è sano. Ma abbiamo bisogno di conferme. Abbiamo bisogno di documentare tutti i passaggi della nostra vita.

La tecnologia digitale gioca un ruolo importantissimo nella costruzione, nel mantenimento e nella fine di un amore.
L’era dello squillo è finita da un pezzo.

amore selfie
I social network possono aiutare le relazioni a nascere, ma allo stesso tempo rovinarle irrimediabilmente. Qualche volta possiamo vedere una coppia all’inizio, i tag, le foto insieme, lo status sentimentale. E poi alla fine. Non è più una cosa privata. Lo sanno tutti, se la vedono in prima tv, a volte in live streaming dal divano. E spesso non è un bel film.
Anche il rapporto con gli ex è cambiato. Era un ex, se ne stava a casa sua. Adesso te lo vedi passare nel tuo feed e, se non ce l’hai più tra gli amici, è con gli amici degli amici, è lì, presente. E anche se le tue restrizioni sulla privacy sono cementate non ci puoi fare niente, a un certo punto te lo ritroverai davanti. È un altro dolore tutto particolare che prima non esisteva. E prima non era tanto tempo fa. Ci sono diverse generazioni che si confrontano coi social oggi, la mia, dei nati negli anni ’80, ha ancora fresca la memoria dell’attesa di una telefonata davanti a un telefono vero, e rispetto ai nativi digitali ha come un cortocircuito con le esperienze passate.

Amore e aggiornamenti

Allora come facevamo? E come dobbiamo fare adesso? Intanto affiniamo la tecnica iniziale.
Pensiamo a quando è tutto bello e deve ancora succedere. Per prima cosa: scegli le foto da mettere sul tuo profilo, devi calibrarle bene. Non ci si fa trovare con le piastrelle impreparate (visto che la maggior parte dei selfie si svolgono nella solitudine vaporizzata del proprio bagno).
Ma, a parte le piastrelle intonate e un filtro giusto, che cosa serve per venire bene in queste cinque foto?
La tua faccia, e se hai coraggio, il tuo corpo. Devi essere in forma. È internet che te lo chiede.
Per i single.
Se sei single devi essere più in forma degli altri.
È un lavoro part-time, esci dall'ufficio dopo sette ore e poi devi anche trovare l’anima gemella, una fatica pazzesca.
E gli over 30.
E se sei over 30 la verità è dolente: un account premium costa di più.
Perché? Perché trovare l’amore della tua vita è più difficile, superata una certa età. I single della zona sono oggetti rari e difficili da reperire.
L’algoritmo fa più fatica, devi pagare caro.
cura dell'aspetto
"Selfie e cura dell’aspetto" potrebbe essere il titolo di un manuale di auto-aiuto per non accogliere l’anima gemella impreparati. Per farlo bene ti devi curare. Per farlo ancora meglio puoi copiare quelli più bravi di te. Instagram è il posto giusto. Nessuno ti farà sentire più in colpa per il fatto di aver trascurato il tuo corpo come è in grado di fare una star dal suo account, per esempio. Provare per credere: seguire l’hashtag #bodygoal, usato fra gli altri da Britney Spears ti farà venire voglia di iscriverti in palestra per poter postare anche i tuoi di miglioramenti e, di app in app, monitorare tutte le tue funzioni vitali, quello che mangi, quanto, e tutto lo sport che fai.
Prova Runkeeper.

Attività fisica, sì.
Ma quanto piaci?

runkeeper
Inserisci genere, età, peso (coraggio, non lo vede nessuno!) e inizia a muoverti.
L’app registra le tue attività e i tuoi tempi, puoi personalizzare il tuo profilo con una foto e uno status ad hoc e puoi aggiungere amici. Poi c’è una sezione che si chiama challenges, dove puoi organizzare un gruppo di corsa e sfidare chi conosci, o partecipare alle sfide già in corso, come una maratona di 5 – 10 chilometri.
E hai visto mai che l’anima gemella non si presenti proprio lì.
Le app di wellness sono pressoché infinite (quella di Technogym ti manda anche l’email riassuntiva a fine settimana), non hai scuse. Stai a vedere che forse riesci a trovare l’amore della tua vita proprio confrontando i km che hai corso sul tapis roulant o i pesi che sei riuscito a tirare su. Potrebbe nascere tutto con un piccolo commento.
Hai registrato i km che hai corso e la tua velocità, qualcuno ti fa i complimenti, scopri che la foto profilo di quella persona non è male. Forse non è male nemmeno dal vivo. Decidi di incontrarlo.

Devi essere costante, impegnarti. E se non trovi la persona giusta, quella persona sarai tu.
Funzionerai meglio.
Sarai la versione migliore e più sana di te stesso.
Questo è davvero un momento storico faticoso per innamorarsi.
Bisogna essere in forma, pronti a tutto, essere instancabili e concentrati.

Siamo sempre stati creature sessuali, ma adesso siamo creature sessuali con  uno smartphone e una connessione a internet

Questo quello che ha sentenziato uno dei creatori di un’app per mandarsi emoticon a sfondo sessuale. La penso come lui. Ma penso anche che siamo sempre state creature sentimentali.
Per questo cerchiamo tutti i modi di trovare qualcuno. Tanto online, quanto offline.
vita reale e social network

/related post

Cotton Fitness Club, tutto il Wellness lifestyle a portata di mare

L'amore ai tempi di internet. Un cortocircuito di emozioni, immagini e messaggi. L'amore visivo, attivo e interattivo....

Il sito utilizza cookie tecnici propri, cookie analitici di terze parti anonimizzati, e cookie di terze parti che potrebbero profilare: accedendo a qualunque elemento/area del sito al di fuori di questo banner, acconsenti a ricevere i cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso ai cookie, clicca qui. OK