Alici baciate dal sole

Un po’ di jogging per iniziare alla grande la giornata e poi via diretti alle classi di Group Cycling. Rimini Wellness è appena iniziata e la tabella di marcia non concede troppo tempo all'ozio sotto l’ombrellone. Quattro intensissimi giorni di movimento sono una bella sfida, ed una corretta alimentazione tra un workout e l’altro è d’obbligo per raggiungere fino in fondo i propri obiettivi.
La ricetta di oggi è più che mai dedicata agli sportivi e, visto che siamo in Romagna, anche all'Adriatico e a uno dei suoi doni più preziosi…

Il pesce in profondità

Alimento versatile e leggero ma soprattutto ricco di nutrienti. La composizione chimica del pesce è 60-80% acqua e 15-25% proteine facilmente digeribili grazie all'assenza di tessuto connettivo. La concentrazione di lipidi cambia in maniera significativa tra le varie tipologie di pesce (da 0.5 a 22%) e per questo motivo i pesci si dividono tra magri, semi-grassi e grassi. L’età, il ciclo riproduttivo e le abitudini nutrizionali delle singole tipologie variano la quantità di lipidi contenuti all'interno. Oltre ai lipidi troviamo trigliceridi, fosfolipidi e colesterolo, vitamina A, D ed altri steroli sono largamente presenti.

Il grasso del pesce è meglio conosciuti come “buono” perché contiene una percentuale di acidi grassi insaturi più alta di quella della carne. I carboidrati sono presenti solo in piccole tracce. Il pesce è inoltre ad alto contenuto di fosforo, calcio e iodio come anche di vitamine del gruppo B e vitamina E. Il pesce azzurro è quindi un elemento imprescindibile all'interno di quella formula vincente che è la dieta mediterranea.

Le alici, sapore e sostenibilità

Le alici o acciughe o sardoni, in particolare, sono le regine della categoria perché oltre a vantare le caratteristiche nutrizionali migliori, sono saporitissime, molto semplici da pulire e cucinare, economiche e soprattutto sostenibili. La loro presenza abbondante in tutto il mare italiano consente di acquistarle presso le piccole realtà locali che rispettano criteri di sostenibilità ambientale e di qualità del prodotto.

Oltre a zinco, selenio, ferro, tante proteine e vitamina A, gli Omega 3 sono le sostanze benefiche di cui le alici sono più ricche, che vanno ad agire su salute, longevità e persino bellezza. Già, perché questi acidi grassi non solo combattono efficacemente malattie cardiovascolari e neurodegenerative (Artrosi, Alzheimer Parkinson…), ma migliorano anche visibilmente l’aspetto di pelle e capelli.

Abbiniamo il pesce all'ortaggio che più di tutti richiama l’estate, la melanzana, e otteniamo una ricetta che avrà sicuramente successo. Questa squisita solanacea, una volta eliminata l’acqua di vegetazione e cotta a lungo, possibilmente in forno, acquista una consistenza fondente irresistibile e abbandona il suo retrogusto amarognolo, rilasciando un ventaglio di sapori complesso che va dall'agrodolce a toni balsamici che ricordano la liquirizia in perfetta combinazione con il sapido delle alici. A sottolineare la maternità tutta italiana del piatto aggiungiamo i pomodori Piccadilly, un tocco lievemente acido e insieme dolce, familiare, confortevole. E i pistacchi, che frullati con olio evo, regalano i grassi buoni necessari per mantenere alto il livello energetico fino a sera.

Ultima raccomandazione: se possibile, consumate questo piatto sotto i raggi del sole, per fare il pieno di vitamina D e di serotonina. Vi aiuterà a stare con il sorriso anche al centesimo burpee.

Ingredienti per 4 persone
6 Filetti di alici fresche per persona
50 gr di pomodori Piccadilly
2 Melanzane
40 gr di pistacchi
40 ml di olio extra vergine d’oliva
1 pizzico di zucchero di canna
Timo q.b.
Sale q.b.
Pepe q.b.

/related post

A colazione con Sara Jemai: nutrizione ed allenamento

Sara Jemai, atleta italiana di lancio del giavellotto classe 1992, ci racconta di più sulle ...

Il sito utilizza cookie tecnici propri, cookie analitici di terze parti anonimizzati, e cookie di terze parti che potrebbero profilare: accedendo a qualunque elemento/area del sito al di fuori di questo banner, acconsenti a ricevere i cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso ai cookie, clicca qui. OK