Meet the team: Patrick Frost

L'energia di Patrick è dinamica e la passione con cui conduce ciascuna delle sue classi è incredibilmente motivante. Durante i suoi allenamenti dovrai lavorare sodo e le tue gambe saranno doloranti il giorno dopo, ma puoi stare certo che riuscirai anche ad ottenere un fisico da urlo.

Ma qual è stato il percorso che Patrick ha intrapreso per diventare un Technogym talent trainer? Innanzitutto, il fitness è sempre stato parte integrante della sua persona. Da quando si è unito al circo e ha sperimentato il tessuto aereo e il trapezio a quando ha provato il sollevamento pesi olimpico, ci sono stati momenti di crescita diversi che lo hanno portato a sperimentare varie discipline e forme di movimento.

Anche crescere in una famiglia di militari ha giocato un ruolo importante, ma la prima vera introduzione al fitness del nostro trainer è avvenuta all'età di 13 anni grazie a suo cugino, che era un bodybuilder professionista.

"Era un tipo muscoloso e molto competitivo. Volevo diventare come lui da grande", dice Patrick. "Ma ho preso una brutta strada, ho vissuto una giovinezza un po' selvaggia.”

"Il fitness è sempre stata una costante nella mia vita e all'epoca credo di non aver capito quanto mi facesse bene - era una forma di controllo mentale che sfruttavo di tanto in tanto".

È stato solo dopo essersi trasferito a New York che Patrick ha veramente dato il via alla sua carriera nel fitness. A 22 anni, due anni dopo il suo trasferimento nella Grande Mela senza un piano e un centesimo in tasca, ha ottenuto un lavoro al Barry's Bootcamp come uno dei trainer fondatori e poi ha firmato un contratto con Nike come master trainer.

Oggi, Patrick cita suo marito come un'enorme fonte di ispirazione per la sua vita professionale e personale, soprattutto grazie alla sua intelligenza e alla sua coerenza emotiva.

"Sono un uomo molto creativo e desidero continua varietà, e questo porta anche un po’ di confusione nella mia vita. Mio marito è l'antitesi di questo: vede la vita in bianco e nero, il che mi aiuta ad aggiungere concretezza alle mie giornate. Lui mi dà la forza di fare qualsiasi cosa".

Il movimento come catalizzatore del cambiamento

Descrivendosi come trainer in sole tre parole, Patrick si definisce incoraggiante, empatico e divertente.

"Bisogna vivere la vita con leggerezza, specialmente di fronte alle situazioni più pesanti e malsane, giusto?”

Chiunque partecipi alle classi di Patrick sarà accolto da un ambiente in cui le persone sono libere di esprimersi e coltivare le relazioni intorno a loro. 

"Quando si diventa adulti è più difficile fare amicizia. A mi piace pensare di fornire uno spazio dove questo possa accadere, dove le persone si sentano libere e a loro agio, dove possiamo ridere insieme”.

Per Patrick, è importante che i partecipanti ai suoi corsi sentano di aver imparato qualcosa di nuovo su se stessi o sulle persone che li circondano. Ma lo scopo principale dietro alle sue lezioni è far capire alle persone che il movimento è un catalizzatore di cambiamento.

"Ci sono studi molto interessanti che dimostrano che imparare fisicamente qualcosa di nuovo può invertire gli effetti del trauma sul cervello", spiega. "E ora - lavorando con così tanti clienti negli ultimi 12 anni - sono arrivato a capire che il fitness è il frutto più basso sull'albero del wellness: è la cosa più facile e accessibile a tutti". 

"Credo che le persone debbano iniziare a pensare di vivere una vita più completa e più sana, cosa che possono fare semplicemente attraverso il movimento, ovunque si trovino, in qualsiasi forma esso sia. È un grande passo iniziale".

Cucina, viaggi e pantaloni stravaganti

Al di fuori del fitness, Patrick ha una passione per la cucina che cresce anno dopo anno. Se non avesse fatto strada nel mondo del fitness, ci racconta che molto probabilmente sarebbe diventato uno chef. E il suo spuntino preferito? Un frullato proteico alle patate dolci ricco di magnesio, che beve due volte al giorno come carburante e per favorire il recupero.

Oltre al cibo, Patrick ha recentemente sviluppato un senso dello stile che non sapeva di avere.

"Penso che, poiché sono sempre in tenuta da fitness, in quest'ultimo anno e mezzo mi sono divertito molto a sperimentare e a trovare un nuovo stile ".

In particolare, sta sviluppando un nuovo amore per pantaloni bizzarri e stravaganti. Più sono folli e meglio è, ma predilige quelli a vita alta, larghi e dall'aspetto hippie.

Anche i viaggi sono un grande amore di Patrick. Se andasse in vacanza e potesse portare con sé solo tre cose, queste sarebbero una corda per saltare, suo marito e una valigia enorme, così il viaggio potrebbe non mai finire.

Non c'è da meravigliarsi, quindi, che se potesse trascorrerebbe gran parte delle sue giornate viaggiando in posti nuovi, "assaggiando cibi che non ho mai provato e ascoltando lingue che non ho mai sentito, osservando colori che non ho mai visto e provando vestiti che non ho mai indossato". 

E ora è il momento di mettersi in gioco e provare ad allenarsi con Patrick: prova le sue serie su Technogym App. 

/related post

Champions Train With Technogym: Letizia Paternoster

Per la sua preprazione atletica, la ciclista italiana Letizia Paternoster ha scelto Skillbike, la ri...