I principali infortuni al ginocchio nel golf: conoscerli per evitarli

Il golf è uno sport praticato in tutto il mondo che sta rapidamente guadagnando sempre più popolarità. La prova  del successo popolare di questo sport è il ritorno, nel 2006 dopo 112 anni, a far parte dei Giochi Olimpici di Rio de Janeiro del 2016.
Dato il crescente interesse per la sua pratica, sono state effettuate numerose indagini scientifiche volte ad identificare i fattori chiave che ne influenzano la prestazione e i principali fattori di rischio d’infortunio, in particolare al ginocchio.
Infortunio durante un colpo a golf
A tal proposito, il golf è considerato uno sport a basso impatto infortuni e molti golfisti praticano questa disciplina a livello ricreativo come forma di esercizio, la cui pratica svolge anche una parte importante nella vita sociale dei partecipanti.
Ne consegue che il golf sia uno sport popolare anche per le generazioni più anziane, ed è spesso raccomandato a seguito di artroplastica totale del ginocchio (TKA) (McGrory et al., 1995). L’incidenza di infortuni al ginocchio nel golf risulta essere paragonabile a quella di sport ad alto impatto sul ginocchio come il basket (Borowski et al., 2008).
Ginocchio con problemi
Le situazioni nelle quali si verificano carichi elevati sulle articolazioni, relative in particolare agli arti inferiori, sono numericamente inferiori durante la pratica del golf rispetto a molte altre attività. Tuttavia,infortuni cronici e acuti sono frequentemente riportate nel golf, coinvolgendo in particolare la parte bassa della schiena e il ginocchio (Gosheger et al., 2003).
Dalla letteratura corrente sembra emergere un consenso generale riguardo la probabile associazione tra infortuni nel golf e tecniche scarse o incoerenti ripetute nel tempo. La maggior parte degli studi scientifici sugli infortuni nel golf hanno trattato quelli relativi al ginocchio.
Cura del ginocchio

I principali infortuni per chi pratica il golf

Le fratture osteocondrali della rotula, quelle da stress tibiale, le lesioni del menisco mediale rientrano tra gli infortuni più frequenti in questa disciplina.
Alcuni studi hanno dimostrato che i giocatori dilettanti più anziani sono a maggior rischio di lesioni al ginocchio rispetto ai giocatori più giovani (Fradkin et al., 2005). L'idea che i giocatori potrebbero essere soggetti a traumi a seguito dell’aggravarsi di precedenti condizioni patologiche è coerente con i risultati di più studi. In effetti, Gosheger et al. (2003) hanno riferito che il 31,3% dei giocatori con dolore al ginocchio cronico prima della pratica del golf, riportava che la successiva pratica ne peggiorava i sintomi.
Golfista gioca al tramonto

Gli effetti del golf sui giovani golfisti

Poiché la maggior parte degli studi effettuati fino ad ora si è concentrata su golfisti adulti, gli effetti del gioco e della sua pratica nella giovane età non sono stati ancora ben documentati. Secondo Cabri et al. (2009), raramente i giocatori più giovani sono esposti a condizioni che favoriscono infortuni a carico dei muscoli scheletrici o delle articolazioni; tuttavia, questa affermazione potrebbe non essere così veritiera come un tempo data la maggiore intensità proposta dai nuovi programmi di allenamento.
Da ciò ne consegue che alcuni di questi golfisti più giovani, in particolare gli atleti d'élite, possono essere soggetti a condizioni di carico eccessive. A parte l'età, non è stato raggiunto un chiaro consenso tra gli studi volti ad identificare i gruppi particolarmente soggetti al rischio di infortunio al ginocchio. Inoltre, sondaggi su entrambi i gruppi maschili e femminili non hanno riportato prove consistenti sul potenziale rischio di infortunio, indipendentemente dal livello di gioco (McCarroll e Gioe, 1982).
Campo da golf asiatico

Breve revisione della letteratura riguardante il golf

I dati presenti in letteratura suggeriscono che questa tipologia di infortunio può essere causata da diversi meccanismi; tuttavia, questi possono essere influenzati dal loro background e dal livello di partecipazione. Diversi studi hanno sottoposto ai partecipanti sondaggi riguardo ai meccanismi e all’età nella quale sono avvenuti i loro infortuni al ginocchio.
I golfisti esaminati da Batt (1992) hanno attribuito il loro infortunio ad un’oscillazione errata del ginocchio, ad una tecnica di tiro sbagliata o ad un appoggio irregolare sul terreno. Altri autori hanno riferito che il 95,7% dei giocatori hanno ritenuto che il loro infortunio al ginocchio fosse dovuto ad una pratica eccessiva e ulteriori studi hanno evidenziato che l'impatto con la palla (30,4%), il follow-through (38,5%) e le fasi di swing erano le fasi di gioco più comuni nelle quali avvenivano le lesioni.
Gruppo di golfisti sul fairway
In linea con questi risultati, McCarroll e Gioe (1982) hanno riportato che il 68,7% degli infortuni al ginocchio nei golfisti professionisti era dovuto alla pratica ripetuta dello swing.

Infortuni indipendenti dalla condizione del ginocchio

A tal proposito, durante questo movimento, possono essere identificati alcuni pattern di movimento:

  • rapida estensione del ginocchio che si verifica ad articolazione flessa tra 0°e 30°
  • notevole rotazione tibiale interna
  • a bassi angoli di flessione, l'attività dei muscoli posteriori della coscia è inefficace nel frenare attivamente lo spostamento tibiale anteriore e quindi contribuisce principalmente ad una maggiore compressione dell’articolazione
  • forte attività del quadricipite che contribuisce ad un elevato carico dell’articolazione

In diverse indagini, l'età media dei golfisti infortunati risultava essere decisamente elevata, con un sondaggio che rivela che i giocatori di età compresa tra i 60 e i 65 anni erano a maggior rischio infortuni agli arti inferiori (Baker et al., 2017) rispetto ad altri praticanti del golf più giovani.

Lo swing, il movimento più rischioso nel golf
È interessante notare che in un’indagine informale non sottoposta a peer-review condotta da ex campioni della Professional Golfers 'Association (PGA) si è scoperto che il 55% dei giocatori di golf intervistati in un PGA Champions aveva subito un infortunio al ginocchio a punto avanzato della loro carriera, forse indicando un’associazione tra partecipazione a lungo termine e trauma.

Il golf e gli infortuni correlati all'artroplastica

Infine, dovrebbero essere considerati anche gli effetti della fatica quando si tenta di identificare i fattori di rischio durante la pratica del golf. Vandervoort et al. (2012) hanno evidenziato che la camminata volta a coprire le distanze di gioco fornisce un’opportunità di mantenere un certo livello di fitness cardiovascolare, tuttavia, nel corso di una partita, questo può contribuire ad una maggiore stanchezza, specialmente nei giocatori più anziani.
Golfista prova ad andare in buca dal green
Il golf è usato come parte nei programmi riabilitativi post-operatori. dopo gli infortuni Al contrario, lo sport ad alto impatto come il jogging e il tennis spesso non è raccomandato o permesso. I chirurghi ortopedici raccomandano comunemente il golf come attività riabilitativa. Alcuni studi mostrano che i giocatori di golf dilettanti attivi dopo TKA, circa il 15,7%, presentano un lieve infortunio mentre giocano a golf, mentre il 34,9% manifesta dolore soltanto dopo aver giocato. In uno studio condotto da Mallon et al. (1996) 3 professionisti e 39 golfisti dilettanti con TKA sono stati intervistati dopo il ritorno al golf. In quest’analisi i giocatori professionisti non hanno riportato dolore o condizioni patologiche nei successivi 4 anni.
Recupero della pallina dal bunker
Inoltre, solo il 10% dei giocatori dilettanti ha riferito di un livello di infortuni (in media 5 anni dopo l'intervento) inferiori ai livelli preoperatori. Infine, quando si confrontano i golfisti TKA e altri giocatori di pari età, quelli soggetti a TKA segnalano tassi di dolore più in alti (TKA: 49 e 6% vs. gruppo di controllo; il 7 e lo 0%, rispettivamente) (Baker et al., 2017).

Infortuni nel golf: che fare?

Gli infortuni al ginocchio legati al golf comprendono circa il 15% di tutti gli infortuni, per i quali giocatori più grandi dimostrando una maggiore predisposizione. Tuttavia, i principali meccanismi che contribuiscono agli infortuni al ginocchio durante il golf sono ancora sconosciuti o poco chiari in letteratura, ma un carico articolare elevato e movimenti complessi possono indubbiamente aumentare il rischio di infortunio. Clinici, allenatori e giocatori dovrebbero allo stesso modo considerare attentamente la partecipazione o il ritorno al golf quando è presente il dolore al ginocchio, in seguito ad infortunio o procedure chirurgiche (inclusa l’artroplastica totale).
Sources and bibliography

/related post

Perché iniziare a usare l'ellittica

Le ellittiche offrono varie possibilità di allenamento che soddisfano gli obiettivi di un pubblico ...