L’Indice di Massa Corporeo, Massa Magra e Massa Grassa

Scritto in Consigli wellness il 27 agosto, 2010 da Ilaria - 1 Comment

Fra i criteri per stabilire se sei in forma, leggi dappertutto che è essenziale raggiungere il peso ideale. Ma forse ti domanderai: ideale per chi e rispetto a cosa?

Te lo dice il tuo IMC

Lasciati da parte i criteri estetici, spesso origine di gravi distorsioni della definizione di “peso ideale”, un modo universale per avere indicazioni generali sullo stato fisico di una persona adulta
c’è ed è il famoso IMC, l’Indice di Massa Corporea (in inglese BMI, Body Mass Index).
In pratica è il dato che si ottiene facendo il rapporto tra il peso (espresso in kg) e il quadrato della statura (espressa in metri) di un individuo:

IMC = peso corporeo (Kg) / statura (m2)
Quindi l’IMC di una persona che pesa 75 kg ed è alta 1 metro e 80 centimetri sarà:

IMC = 75 / (1,80 x 1.80) = 75 / 3.24 = 23,1

A seconda del numero che ottieni puoi stabilire così, a grandi linee, se sei:

– Sottopeso, se l’IMC è minore di 19
– Normopeso, se l’IMC è compreso tra 19 e 24
– Soprappeso, se l’IMC è compreso tra 25 e 30
– Obeso, se l’IMC è maggiore di 30

Pratico e veloce. Ma per valutare correttamente il tuo eventuale stato di sovrappeso/sottopeso questo dato non basta: va relazionato con altri valori, fra cui, importantissimo, quello della percentuale di massa grassa e massa magra che porti con te.

Dimmi quanta massa hai e ti dirò se sei in forma

Esempio provocatorio: se hai 5 kg in più rispetto a un tuo amico alto come te, non significa necessariamente che devi metterti a dieta o il tuo amico ingrassare. Potreste semplicemente avere composizione corporea differente ed essere quindi entrambi in forma (o entrambi sovrappeso/sottopeso).

Com’è possibile?
Perché il peso totale grosso modo è la somma di muscoli, tessuto adiposo e ossa, e queste tre componenti, per un peso identico, possono trovarsi in percentuali diverse da individuo a individuo.

Oltre alla struttura ossea che rimane più statica (e che ha generato la scusa “peso tanto perché ho le ossa grosse”) le altre due componenti sono variabili e vanno sotto il nome di “massa grassa” e “massa magra”: ossia grasso e tutto cioè che non lo è (principalmente muscoli e acqua).

È la percentuale relativa di questi due elementi che ci dice quanto sei forma, non il tuo peso complessivo: poiché il grasso pesa meno dei muscoli, supponendo che ti senti in colpa per i chili in più rispetto al tuo amico, in linea teorica potresti essere tu quello che scoppia di salute, grazie a una sana e ben allenata struttura muscolare, e lui quello con la percentuale di grasso più alta.

Se vuoi apparire e, soprattutto, essere in forma, devi quindi conoscere e tenere d’occhio la tua percentuale di grasso, e non solo per questioni estetiche: il grasso è la nostra riserva di energie, ma quando è troppo (soprattutto quello viscerale) diventa dannoso per la salute, favorendo l’insorgere di problemi come l’ipertensione, l’iperglicemia e il diabete e, in generale, con conseguenze poco simpatiche a carico dell’apparato cardiovascolare.

Come si misura il grasso corporeo?

Ci sono diversi modi, alcuni abbastanza costosi ed eseguibili solo con macchine specialistiche particolari, altri economici e “trasportabili”, come la misurazione delle pliche cutanee (le pieghe dei tessuti del corpo), eseguibili con un semplice plicometro (una specie di pinza con molla calibrata).
Ma siccome neanche il plicometro si trova nella farmacia sotto casa, uno strumento alla portata di tutti è sicuramente la bilancia impedenziometrica.

Si tratta di una normale bilancia che con due elettrodi sul piatto che permettono di condurre un debole segnale elettrico lungo il corpo e di stabilire la percentuale di grasso e di acqua presente nel corpo in funzione del sesso, dell’età e dell’altezza.
Le bilance più moderne sono in grado di tenere uno storico delle varie pesate, indicando, ad esempio, anche le calorie bruciate.

Fonte: medterms.com

1 Commento

Alta 173 peso 55 bmi 18.3 e muscoli mi da 36 %, cosa significa? Quanti muscoli si dovrebbe avere? Da che percentuale a che percentuale?

Sara07 mar 14